E se i tappi tornano indietro nell’elevatore?

Nella guida rapida “Le 5 domande che DEVI assolutamente porti prima di comprare un elevatore tappi”, c’è un punto dedicato alla possibilità che i tappi tornino indietro.

  • Cosa si intende?
  • Perché è necessario considerare anche questa possibilità nella scelta di un elevatore?

In realtà, questa è una delle problematiche più frequenti che gli elevatori di tappi possono presentare.

Il tappo, normalmente, viene trasportato con un tappeto, ovvero un nastro di trasporto, e viene scaricato nella macchina successiva, per poi essere orientato e infine tappato.

In alcuni casi, però, accade che il tappo torni indietro e ricada all’interno dell’elevatore stesso.

Praticamente, il tappo, invece di essere scaricato nell’orientatore, cade giù nell’elevatore, passando sul nastro di trasporto, e si deposita sul fondo interno dell’elevatore stesso.

Naturalmente, il fondo dell’elevatore deve essere chiuso in modo tale da eliminare i rischi e garantire la sicurezza dell’operatore, evitando che egli possa farsi del male mettendo le mani all’interno.

Capirai tu stesso che, in produzioni orarie molto alte (40-50 mila tappi/ora), anche solo un tappo che torna indietro ogni ora può fare davvero la differenza.

Un operatore, ovviamente, non può accorgersi di ogni singolo tappo che si blocca.

Tuttavia, quando si accumula una certa quantità di tappi sul fondo, il tappeto incomincia a ripescarli, e questo può dare luogo a due diverse situazioni:

  1. I tappi vengono solamente deformati;

In questo caso, i tappi deformati andranno ad incastrarsi nella macchina successiva oppure, nel caso riescano a passare, non possono essere tappati sulla bottiglia.

  1. I tappi accumulati possono, a lungo andare, formare una ostruzione.

Uno dei problemi più grandi è proprio questo.

Questo deposito di tappi sul fondo dell’elevatore può causare problemi seri anche al nastro di trasporto.

Ad esempio, mi è capitato una volta di vedere una situazione disastrosa: in un cantiere, questi tappi avevano bloccato il nastro di trasporto mentre il motore era ancora in funzione. Il rullo di trascinamento, quindi, aveva continuato a girare, surriscaldando il nastro di trasporto che, essendo composto da materiale plastico, era stato completamente fuso dall’attrito generato.

Avendo visto l’accaduto a giochi ormai fatti, il mio primo pensiero era stato: “Qui ha preso fuoco lo stabilimento!”.

Fortunatamente le cose non andarono così e sia lo stabilimento che gli operatori godono ancora di ottima salute.

Tutto è bene quel che finisce…con un motore e un nastro completamente fuso da sostituire.

Per evitare questo problema, ora, vengono posizionate delle “finestre” di ispezione per verificare che non ci siano tappi bloccati sul fondo dell’elevatore.

Ho deciso di raccontarti di questo episodio per farti comprendere quanto la tua scelta, in materia di elevatore, sia fondamentale:

Un elevatore costruito a regola d’arte non deve assolutamente far cadere i tappi sul fondo.

Anche un singolo tappo al giorno che si blocca sul fondo, come avrai capito, può causare grossi problemi.

Per approfondire quali Problemi e Costi nascosti si celano dietro ad una possibile scelta sbagliata del Tuo Elevatore, scarica QUI la nostra GUIDA GRATUITA:

“Le 5 Domande che DEVI assolutamente porti, prima di comprare un ELEVATORE TAPPI”

Lascia un commento